Edoardo Guazzoni Architetto | MARILENA MONZA
architetto Edoardo Guazzoni, studio di architettura Milano, architetto Milano
15668
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-15668,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-11.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

MARILENA MONZA

LUOGO E DATA

Piazza Roma, Monza, 2001

CON

V. Cazzaniga

COLLABORATORI

M. Turati

Category
Negozi e allestimenti

L’edificio che ospita il negozio di calzature risale ai primi anni del ‘900: di pianta trapezoidale, costituisce la testata di un grande isolato centrale della città, fiancheggiato dalla Via Italia e dal breve tratto di strada che conduce al Duomo, prospiciente le arcate del Broletto.

Il progetto di ristrutturazione si fa carico di questa centralità urbana riunendo gli spazi del piano terreno in un unico ambiente luminoso adatto alla vendita, visibile sempre dall’esterno attraverso le grandi vetrate, parte della vita stessa della piazza.

All’interno gli spazi dell’esposizione, delle sedute di prova, della cassa, degli accessi ai magazzini, sono articolati attraverso l’utilizzo di elementi, materiali e colori che sono stati appositamente disegnati per i negozi Marilena: la grande parete-fondale retroilluminata, laccata di rosso come le porte laterali di accesso ai piani magazzino; il pavimento in pietra arenaria grigia su cui sono disposti i divani di seduta in pelle, la cassa e i mobili espositivi in pietra ricomposta bianca; le mensole espositive che attraversano la luce delle vetrine, sospese a muro, anch’esse in pietra ricomposta bianca o in cristallo temperato.

Mensole in lucite retroilluminata e fenditure nel soffitto per un’illuminazione ritmata e puntuale completano le dotazioni del negozio.

 

Lavori edili: La Cà, Milano; opere di falegnameria e finiture: Perotta, Villasanta (MI); opere in ferro: Metalvetrina, Milano; impianti elettrici: IMP.EL, Milano;  impianto di condizionamento: Germani, Milano; pietre: Tanini, Sesto Fiorentino (FI); luci: Viabizzuno, Bologna; imbottiti: B.M., Cantù (CO); antitaccheggio: Checkpoint, Milano; opere di verniciatura: Tamcolor, San Donato (MI).